sudoku, vita di blogger

u.s.

è una vera malattia, quella del sudoku, una malattia di quelle che si sta male. te lo dici, questo è l’Ultimo Sudoku, te lo segni sul muro ore 12.05 del 7 luglio 2005 Ultimo Sudoku. poi vedi che c’è n’è ancora uno tutto solo ancora da risolvere, l’ultimo, quello difficilissimo, che l’hai lasciato per ultimo che è difficilissimo, una vera sfida, ma chi sono io, posso ancora definirmi uomo se non accetto le sfide, se non accetto queste sfide difficilissime dove pochi umani posson dire d’essere usciti vincitori? allora faccio un altro Ultimo Sudoku.
compro repubblica, mi chiedo, ma cos’è che mi trattiene dall’andare subito a pagina sessantuno, dove c’è il sudoku, tralasciando le pagine delle notizie? cos’è che mi trattiene? niente, mi trattiene, e appena compro la repubblica vado subito alle pagine del sudoku, tempo un quarto d’ora e son fatti tutti e due, il medio, e l’avanzato. non lo so se c’è del senso viver così, distruggere così la tua lista di priorità allora dici basta non è possibile farsi così del male, mi ritempro la mente andando in libreria a veder se sono arrivati i libri che ho ordinato, passo davanti all’edicola e sento una voce, beppe l’edicolante, che mi dice guarda un po’ mi sa che questa cosa qua t’interessa, io guardo, è logic art, una rivista che ha venti schemi del sudoku, m’interessa.
i libri dopo poi son poi arrivati, ma non li ho ancora guardati, che ho venti schemi del sudoku da fare.
venti, cazzo.

Technorati Tags:

Standard

5 thoughts on “u.s.

  1. anche io ancora lo devo guardare un sudoku. sto aspettando. ne sono fortemente attratto cosi’ come lo sono da tutte le altre cose che generano dipendenza (internet, stupefacenti, fica, i giochini del cellulare…). lo sto aspettando come in un rito sciamanico. come col peyote. sto aspettando che sia lui a venire da me.

  2. io ho deciso che ho smesso. ho libri arretrati, sto trascurando i blog (sonetti lo sa), e oggi è arrivata anche fernandel. basta sudoku. oggi non ho neanche comprato repubblica…

Rispondi