Uno scrive una cosa, così, per scherzo, senza nessuna pretesa, e scopre, inaspettatamente, che l’argomento interessa, e che c’è gente che lo prende seriamente, che si strappa i capelli, che sbatte la testa contro il muro per necessità di conoscenza. Poi, alla fine, quello che ha scritto l’articolo, cioè io, dopo trecentotrentaquattro commenti, decide di chiuder l’argomento, e chiudere i commenti, ché la fiumana è incontenibile.

Certo che alcuni punti eran davvero esilaranti.