vita di blogger

L’internet è fatta per me

Dicono in giro che l’internet sia fatta per il porno, e io non son d’accordo.

Io penso che l’internet sia fatta per me.

Io vado sopra all’internet e trovo un sacco di pagine che parlan di me, parlan del mio blog, parlan delle cose che ho scritto, ci son le mie foto, parlan anche di cose che facevo prima di avere questo blog, ci saran un cinquantamila pagine, sull’internet, che in un modo o nell’altro parlan di me.

Poi ci son le pagine del mio blog, con tutti quei bei commenti, poi ci son le pagine delle statistiche, con scritti tutti gli utenti che son venuti qua, da dove son venuti, con che tipo di computer son venuti, quelle pagine lì se le vai a vedere, son diverse ogni minuto.

Allora guardar tutte quelle pagine lì, uno starebbe tutto il tempo a guardarle, e se uno sta lì a guardarle, non gli passa neanche per la testa che l’internet sia fatta per il porno.

C’era un film, invero abbastanza brutto, di un tizio che si chiama Wim Wenders (un regista) (tedesco), questo film si chiama Fino alla fine del mondo, mi sembra che aveva anche la colonna sonora dove dentro c’erano gli U2 (un gruppo irlandese che suona) (musica pop), e dentro questo film avevano un aggeggio dove potevano vedere i loro sogni, e stavan tutto il tempo a vedere i loro sogni, e si dimenticavano della vita da svegli.

Questo aggeggio qua, come me lo ricordo io, somiglia anche abbastanza al computer che ho io, e allora m’è venuto in mente che un parallelo con quel film ci potesse anche stare.

Poi però con questo interessante parallelismo non mi ricordo più cos’è che volevo dire.

Boh.

Technorati Tags: , ,

Standard

24 thoughts on “L’internet è fatta per me

  1. e’ che quando si pensa al porno si pensan sempre delle gran nerchie che s’infilan dappertutto in una donna.
    internet e’ fatto per il porno ed i blog son porno.

    il sillogismo a ‘sto punto e’ come al solito semplice: tu sei porno.

    secondo me.

  2. Secondo me, a te (ci ho le mie fonti) (fonti attendibili) dell’internet non te ne frega niente, se non si parla di te :-P

  3. mitì: è un bene per te, e purtroppo non l’ho neanche mai finito, Klick out the jams…

    luoghinoncomuni: eh beh, sono affari tuoi. il web 2.0 è il web che coinvolge gli utenti nella produzione di contenuti, nello spargere parti di sé, è il web che ci coinvolge. e questo post è sul web 2.0. non l’avevi capito, eh! (e dire che c’era pure il tag) (di technorati, dico)

    stark: è tutto vero, per me come per te, ciccio ;)

    pOg: il mio blog non è mica porno?

  4. Internet è una copia del mondo reale. Nient’altro.
    Lo rispecchia in tutti i suoi aspetti. Positivi o negativi che siano.

    Nel mondo reale c’è il porno? In internet c’è il porno.
    Nel mondo reale ci sono i pedofili? In internet ci sono i pedofili.
    Nel mondo reale ci sono i truffatori? In internet ci sono i truffatori.

    E così via.

    Come nel mondo reale non mi dedico al porno, allo stesso modo non vado alla ricerca del porno in rete.

    Internet non è del porno.
    Internet è di Tutto.

    Solo una cosa, però: se in internet si parla così tanto di te, nel mondo reale ti chiederanno gli autografi a breve! Preparati! :D

  5. Io Fino alla fine del mondo l’ho visto con il mio amico Sergio che mi ha fatto una testa così per spiegarmi ogni micropezzo di musica utilizzata.
    Ed è un lungo film.

  6. sw4n è d’accordo con me, perché è ovviamente molto peggio di me, in queste cose ;)

    comida: è lungo, az, se è lungo, mi ricordo che ho dovuto spezzarlo in due tronconi, per riuscire a vederlo tutto. se non altro, l’avevo visto da solo ;)

  7. É fatta per me,
    fatta apposta per me,
    è tutto per me e mi fa digitar,
    sensazioni e pensier…
    Ma ciò che amo in lei,
    è il mio blog che,
    nasconde in sé…

    Mina ci aveva già pensato.

  8. Mario: Bosonetto da diversi anni ha abbandonato la terra natia per stabilirsi a Piacenza

    Oscar: diciamo che parlo di quel che conosco, poi se la cosa si adatta ad altri, ben venga.

    Marchino: eh già, ci sta davvero bene :)

  9. Quando guardi rapito le statistiche considera che nei report dei sistemi operativi e browser c’è un certo margine di scazzo. L’ho visto con la sottoscritta: sistema operativo Palm e browser Blazer mi vede come Windows xp e Explorer. La cosa non mi va tanto giù!

  10. mauro says:

    Non sò se è lei il giornalista che conobbi molti anni fà a Moiola e che ha una casetta ai colli di moiola,se è lei,avrei piacere di parlare con lei.La saluto cordialmente Mauro.

Rispondi