L’otto
marzo

L’ottoenquarto
faccio colazione

(sì, c’è un po’ una citazione di un grande poeta italiano contemporaneo. già.)

Aggiornamento: il grande poeta è argomento di questo post della Fran. Niente male, come svelamento, no? (e qua ci starebbe una di quelle faccine sorridenti…)

Riaggiornamento: fortunatamente, miic e corpodibacco, nei commenti, mi fanno notare che questa battuta ha un padre un po’ più nobile.