vita di blogger

Comic hunting

Stamattina, quando son arrivato in ufficio, ho visto che c’era una lettera per me, non una lettera indirizzata all’ufficio, ma una lettera espressamente destinata a me, e allora son corso subito a guardare, ho pensato, chissà chi è che mi scrive. Salta fuori che è un’azienda che si chiama Everap, azienda che non conosco, che si occupa, leggo sull’intestazione della lettera, di Selezione del Personale, di Head Hunting, di quelle robe lì che io non ne capisco ma lo so che queste aziende che fan queste robe qui esistono, non riesco a capacitarmene ma esistono, lo so.

Allora io mentre ancora devo posare le borse e tutto quanto son lì che leggo questa lettera, dentro c’è scritto che vorrebbero conoscermi, mi dan i loro recapiti e tutto quanto, ma io lo so già che a parte il fatto che io un lavoro ce l’ho già, e cercarne un altro sarebbe troppo, a parte questo, io subito subito, appena ho aperto la busta, ho capito che con questa gente qui non vorrei mai avere a che fare, a meno di un accordo che comporti una retribuzione di svariate decine di migliaia di euro a fronte di nessun impegno da parte mia.

(questo si potrebbe fare)

Appena ho aperto la busta, ho visto che la lettera era scritta col carattere Comic Sans.

Quasi quasi gli telefono, a questi qui, e li ricopro di contumelie.

Anzi. Ci faccio un post.

Standard

41 thoughts on “Comic hunting

  1. Pingback: ral

  2. Io, l’ultima volta che ho fatto l’impiegata, alla gente gli scrivevo sempre in comic sans! (Sarà mica per quello che è andata com’è andata? Sarà mica che il comic sans è un pò come il 4-8-16-23-42 di Lost?)

  3. Probabilmente l’avevi già visto, comunque

    http://lmnop.blogs.com/lauren/2006/10/americas_most_f.html

    “This is indeed the AOL of fonts” :-D

    (Non posso credere che esista qualcuno che scrive mail di lavoro in comic sans. Perdonami Marta, ma finché qualcuno -o tu stessa- non mi rassicura che quel periodo della tua vita appartiene al passato, non cliccherò sul tuo blog. Ho paura di quel che potrebbe apparire :D)

  4. io vado di Georgia o di Didot. E’ che sono un uomo Serif, anche se ogni tanto mi concederei un Myriad, ma non è alla mia portata…

  5. O Stark, gne’-gne’-gne’ (tanto per rivendicare il mio infantilismo e la mia mancanza di credibilità). Tranquillo, la fase del Comic è finita; sono in piena Showcard Gothic! ;)

  6. Marta ;) (e il blog è bello)

    del resto io non faccio testo, nell’animo sono un vero tamarro, per anni ho usato solo Bank Gothic, anche per i temi del liceo :-D

  7. Il mio primo amore, durato anni, e’ stato il Palatino Linotype. Poi ho sentito il bisogno di avventura, e ho provato di tutto, dal Bradley Hand al Tempus Sans fino al Papyrus.
    Era un periodo confuso della mia vita.
    Mi sono depurata con una cura di Arial Unicode, e ora sono legata professionalmente al Georgia 12 e intimamente al Verdana 9.

    Comunque nessuno mai mi scrive le lettere in cui mi offre lavoro.

  8. Poi io ti leggo, Stark (so essere una visitatrice mooolto silenziosa). E lo so che non sai il congiuntivo e che certe volte ti dimentichi l’acca!
    Passa quando vuoi, noi siamo lì (tessssoro)

  9. io usavo le penne pubblicitarie. il pc non ce l’avevo mica eh.

    poi, volevo dire che il blog di marta ha un titolo bellissimo

    “una cosa piccola ma buona”

    ma quanto è bello?

  10. io no, era una battuta, manco io ciavevo il pici. Ma i temi, del liceo, li scrivevo in stampatello maiuscolo e minuscolo, lo trovavo più chiaro del corsivo. Facevo i temi in Arial, e l’Arial manco esisteva. Poi, col primo PC di casa, il Bankgothic mi affascinò a tal punto che lo usavo per ogni cosa.

    (Marta, questa cosa che non so il congiuntivo è roba da ridere, vieni, vienili a vedere i miei post, c’è tutto pieno di congiuntivi, congiuntivi a destra e a manca, che io uso il congiuntivo anche quando non ci vuole, anzi di più: io penso in congiuntivo, poi magari per semplicità vien fuori che a scrivere non lo adopero neanche proprio perché ciò una tale padronanza, del congiuntivo, che usarlo tutte le volte che mi viene mi sembrerebbe pure snob, farsi bello coi congiuntivi, ma anche se non son scritti li vedi trasparire, i congiuntivi, sono impliciti, son tra le righe i miei congiuntivi. e poi sta cosa che dimentico l’acca, desso dimmi te dove lai vista, un’acca che mancava, io le acche ne uso come se piovesse, ceno un armadio pieno, di acche, tutte ai miei comandi, metto l’acca anche dove non ci va, poi quando parlo, a volte ne metto tre quattro, anche cinque in una parola sola, che tanto è muta e allora io faccio gli scherzi alla gente approfitto, metto le acche quando parlo, dico habbiamo, havete che è tutto un continuo, e la gente, quegli gnoranti, non saccorge mica, che ci metto le acca sbagliate, adesso dimmi te)

  11. Io a uno che usava il Comic Sans una volta gli ho tirato una incudine in testa perché pensavo che fosse un cartone animato.

  12. Orazio, io gli avrei tirato un cartone e basta.
    Stark, che ti è successo, sei mica passato in piazza della pompa?

  13. Non ci posso credere che che gente che scrive lettere di presentazione e di lavoro in comic sans, ma non voglio esagerare ma adesso che ci penso c’è gente che pubblici manifesti di un certo spessore in comic sans, roba da far rabbrividire, quasi quasi sembra una mania comic sans

  14. kutavness says:

    …ma vogliamo mettere il Tahoma? A me sta simpatico già solo per il nome, mi evoca una stentorea eleganza con un tocco etno-tribale (specie dopo aver bevuto molto)

  15. Capitoniente says:

    %%$???ù&###! Wingdings HHH > (nn c ft nczzà c’ st fnt dl cvl, eh?) !
    :-D :-D :-D :-D Riassunto: :-( + :-D = :-) Ciao.

  16. non ci posso credere, una società di head hunting con iln comic sans!!!! chissà per quale posizione ti “ricercavano”, magari la gestione del sito aziendale, almeno risollevavi lo spirito alle povere “risorse umane”… :-)

  17. Capitoniente says:

    Hha shalthatho huna righha, mah il choncetto è chhiaro, no?

    Stark, in quanto Macrogrammatico, è un coltivatore diretto di congiuntivi.
    Ergo: esperto di ORTO-grafia. :-D

    Eio: in FONT, che importanza ha l’estetica?

    Baci gotici

  18. harael says:

    fose stata una bella e succosa proposta di lavoro io l’avrei accettata anche scritta in antico egizio.

  19. Io una volta ciavevo un amico che ha scritto le partecipazioni di matrimonio col Comic Sans. Non c’è andato nessuno. Neanche il prete.

  20. Fiore di marzo che la gelata uccide
    la grazia di Sonetti a Stark arride.
    Fiore d’aprile che non arriva a maggio
    venite sul mio blog, che c’è un sondaggio!

  21. Ciao, l’azienda Everap ha chiesto che venissero cancellati, pena azioni legali. Mi dispiace ma gli estremi c’erano, quindi ho deciso di cancellare i commenti incriminati.

Rispondi