vita di blogger

Un po’ di ciadel

L’altra mattina sono andato in biblioteca e c’eran le due bibliotecarie da sole non avevan nessuno allora ci siam messi a chiacchierare e poi una di loro sapeva in qualche modo che avevo fatto un libro mi ha chiesto di portargliene una copia, e l’altra diceva Ma dai hai fatto un libro, io gli ho detto Ce l’avete internet? e loro, Certo che abbiamo internet, e allora gli ho detto Prova a cercare Sempre cara mi fu quest’ernia al colon, e allora l’altra, stupita, ha detto, Ma ce l’abbiamo, e ce l’aveva lì sotto il bancone, mi ha detto E’ arrivato stamattina, è tutta la mattina che ridiamo.

Venerdì 7 dicembre 2007 alle ore 18.00 alla libreria Ippogrifo Bookstore di Corso Nizza 1 a Cuneo ci sarà la presentazione del libro [Sempre Cara mi fu quest'ernia al colon](http://fincipit.it/il-libro/) che vedrà la partecipazione di Piero Dadone (i più anziani se lo ricorderanno come l’autore delle corrispondenze da Cuneo di Cuore) e di Pippo dei Trelilu (i Trelilu son un gruppo che, come diceva Aldo Grasso, sarebbero famosi come Elio e le storie tese, se solo non cantassero in dialetto), oltre che, naturalmente, del sottoscritto.

Agli avventori verrà data la possibilità di acquistare una copia del libro al prezzo speciale di Euro 13 (invece di Euro 13). L’opportunità è imperdibile e irripetibile, quindi, se siete in zona, non potete proprio evitare di fare un salto.

Speriamo di fare un po’ di ciadel, come si dice qui.

Standard

28 thoughts on “Un po’ di ciadel

  1. Pingback: Quasi.Tumblr.

  2. Dani, visto che sei in strada vieni su a Cuneo insieme a me, a me m’interessa proprio questa presentazione, cavolo, quasi quasi ci vado :-)

  3. E io che mi pensavo che volevi un po’ di cialdell O_o

    Per un attimo ho pensato al post in cui avresti detto: “Basta con la bagnacauda, voglio qualcosa di più leggero e c’ho tanto pane vecchio da usare…”

    So che non sai di cosa sto parlando, ma stasera me la faccio, la fotografo e ti linko l’immagine… secondo me muori disidratato a causa della saliva persa davanti al monitor :P

  4. ringrazio la poliglotta Dani per aver tradotto Ciadél in bolognese eh. Che poi tra l’altro anche mio nonno, cuneese doc, diceva Burdél :)

    Qualche presentazione in giro si potrebbe anche fare eh, solo che bisogna conoscere i librai, e in questo caso, naturalmente, i librai li conosco (è dove lavora il famoso librajo barbuto ;) )

    cialdell, non conosco, però la bagna cauda io non la mangio mica, dio me ne scampi :)

  5. Quando ho letto il titolo del post ho pensato: “Maddai, anche loro conoscono a cialled!”. In dialetto rutiglianese “a cialled” è un ottimo pasto composto da verdure, nella specie: cipolle rosse, pomodori, cocomeri; messi a bagno crudi in acqua fresca a cui si aggiunge olio e pepe e poi si mette dentro il pane raffermo…è buonissima….aaahhh…quanti ricordi.
    Poi mi sono accorto che non era cialled.

    ps
    quanto deve essere figo fare la faccia alla “Sì, ho scritto un libro” :D

  6. E bravo il rutiglianese che ha capito tutto! :D
    Io sono un conterrOneo, ma da me è un po’ diversa, che io, rispetto a te, sono settentrionale :D

  7. Stark, grazie dell’invito ma questo probabilmente è l’unico week end di dicembre durante il quale posso stare a casa, perchè per tutto il resto il mio moroso sarà in giro a suonare e io a seguirlo come nelle peggiori tradizioni da groupie de noantri… :)

    Eìo, se interessa due parole si possono spendere sulla piazza di Bologna… magari faccio girare la voce in un paio di librerie “amiche”? Non prometto niente, ma ci provo…

  8. Dani, peccato! Però magari quell’altro autore potrebbe venirci, a far una presentazione a Bologna, che mi pare non abiti tanto lontano.

  9. Michelangelo says:

    Ma cavolo……alle 18.00……..ma come faccio se esco dal lavoro alle 18.15 (se va bene……) ad arrivare ad un’ora decente da Carrù…………..

  10. Pingback: Dettagli blog - E io che mi pensavo » BlogBabel

  11. è arrivato il nostro momento
    dovresti proprio scrivermi
    chiedermi come va
    ciarlare del più e del meno
    poi, io, arriverei al punto.

  12. Pingback: COME CAMPA MATTIA » Blog Archive » Bloggers sull’orlo di una crisi di nervi

  13. Barbara says:

    Feltrinelli a Firenze può interessare ?
    E non è una boutade, io ci ho gli agganci, ci ho………….

  14. Pingback: e io che mi pensavo » Un odore penetrantissimo

  15. Pingback: ShinyStat™ - Statistiche Account notedibordo

Rispondi