vita di blogger

Sono forse io il custode di mio fratello?

Quand’eravam giovani, a scuola, facevamo un gioco molto intelligente che consisteva nel toccare la spalla di qualcuno che era girato dall’altra parte, e quando questo si girava, noi stavam lì tutti a roteare un dito verso l’alto, e quello lì doveva dire chi era stato, a toccarlo sulla spalla.

A volte poi c’era anche un’evoluzione del gioco, una specie di Second Edition, in cui quelli che poi dovevan stare lì a roteare il dito verso l’alto facevan finta di niente, tranne uno, che stava lì come un baciciu, da solo a roteare il dito.

M’è venuto in mente, anche se non so se l’ho spiegato bene bene, perché stamattina leggevo un libro, e a un certo punto dentro questo libro c’era scritto “il delitto poco perfetto di Caino”, e niente, m’è venuto in mente che anche lui, Caino, magari s’era messo d’accordo con qualcuno, e poi era rimasto lì a girare il dito tutto da solo.

Standard

17 thoughts on “Sono forse io il custode di mio fratello?

  1. molte volte mi sono sentito come quello che rimane da solo a girare il dito. se gira la mente, va tutto molto meglio, ovunque vada

  2. ..È bellissima questa cosa!Dall’accoppiamento tra lo scazzo e la stima nascono sempre simpatici commenti!Del primo siamo affetti un pò tutti, ma la seconda è più rara, duque..ossequi a voi!

  3. toccare la spalla? TOCCARE? io ho sempre visto volare certe lècche che sbalestravano… ma che libro è?
    come frase, il delitto poco perfetto di Caino, è proprio bella.

  4. philippewinter says:

    toccare la spalla? da noi si menavano maschiate!
    e poi caino… certo aveva un bel confondersi tra la folla…
    beh…
    mah…
    cià!

  5. io e papperina says:

    più che delitto imperfetto è stato un delitto dichiarato: si era messo un’insegna con lampeggiante giallo “sono stato io”. La solitudine fa brutti scherzi e poi il voler restare vivi nella memoria ancora di più.Comperato gioco simile per playstation da giocare da soli si vince sempre! Consigliato a chi a poca fiducia in se stesso(esiste anche la versione per due giocatori ma ritengo non dia le stesse soddisfazioni)

  6. Che ricordi i giochi di quando si era a scuola :)

    Non sò se mi dava più fastidio subire lo scherzo e vedere il “singolo” girare il dito e gli altri persi con lo sguardo … o farlo e schierarmi o nel girare o nel far finta di nulla :(

  7. Comunque, con la faccenda del custode m’hai ricordato Rain Man.
    Ed il sempre insuperabile Dustin Hoffmann.

    (mentre gli altri giravano il dito, io bevevo aranciate)

    Baci

    L’avv.

Rispondi