vita di blogger

Tubetti

Ieri sera ho lasciato il tubetto della pomata non steroidea per il trattamento locale di stati dolorosi e infiammatori di natura reumatica o traumatica delle articolazioni e dei muscoli proprio vicino al tubetto del dentifricio. Furbo.

Standard

25 thoughts on “Tubetti

  1. Un giorno mio cugino ha mangiato un tubetto di pomata antidolorifica ed è diventato campione mondiale di boxe e non ha avuto più bisogno del dentifricio perché gli sono caduti tutti i denti. Furbo.

  2. LorenZo says:

    Io i denti me li lavo con lo champagne… :-)
    non è vero però almeno non corro (corro?) questo rischio (rischio!).

  3. E’ lo scherzo che Amelie fa al fruttivendolo (solo che con la crema per i piedi).
    A me invece delle volte, quando sono pigra e non ho voglia di svitare il tappo del dentifricio, in maniera ovviamente inconscia viene da schiacciare la levetta del sapone.

  4. Una volta, ma davvero eh, mio nonno si lavò i denti con la crema depilatoria di mia madre. Non credo abbia mai più avuto peli sulla lingua.

  5. chi se la ricorda quella che faceva:
    “sputì al ragno peloso oppure sputì al topo di fogna”
    non so, a leggere dell’amica dello zio che s’è fatta la mascherà con lo spuntì m’è venuta in mente…
    a voi non vi dice nulla?!?

  6. ipazia says:

    Molti anni fa ho ripetutamente tentato di mettere in moto la porta di un albergo, che aveva una quelle chiavi appese a una specie di boccia da bowling, con la chiave della macchina, che all’epoca portavo appesa ad un laccio di cuoio.
    Pensavo fosse perché avevo dormito poco e male e perché mi aspettava una giornata infernale a cercare di convincere l’archivista di Montecassino a mollarmi il più alto numero possibile di pergamene medievali da decifrare, ero distratta e stanca.
    Poi, qualche mese fa, ho insistentemente tentato di aprire la porta di casa col telecomando della macchina.
    Magari non è furbizia, è proprio che quando una non ne può più e vorrebbe essere altrove e non può farlo, spera almeno che si possano spostare le cose. E le case.

  7. LorenZo says:

    Io mi rendo conto che questo blog è gratis. Però oramai è diventato un appuntamento quotidiano, come leggere il giornale. Siamo già al 4º “giorno di chiusura qui. Almeno metti il cartello “Chiuso per ferie dal… al…” così uno lo sa e si mette il cuore in pace.
    :-b

  8. cica says:

    Benvenuto nel club degli intronati! Io una volta mi son spruzzata il deodorante sotto le ascelle, solo che invece era la lacca per i capelli. E giusto una settimana fa ho composto un numero di telefono con la calcolatrice a pile e non capivo perchè non mi dava segnale di linea….

Rispondi