Dicono l’integrazione l’integrazione, ma nessuno ci fa caso agli inconvenienti delle famiglie multietniche. Io ci sto anche provando, tipo che ho la fidanzata di Firenze, solo che succedono delle cose, tipo sul balcone, che a un certo punto lei si mette a dire ad alta voce cose come Quell’armadietto lì potremmo metterlo qui, e dentro ci mettiamo tutte le granate.
Tu ti guardi intorno per veder se ha sentito qualcuno, ché sai benissimo che le granate son le scope di saggina, e che i fiorentini adoperano quel termine abitualmente, però i vicini, i vicini qua di Cuneo, chissà cos’han pensato.