Senza categoria

Io pratico il giornalismo di viaggio e d’altronde ne ho ben donde

Il treno ha rallentato, ho guardato fuori, ho visto la desolazione. Mi son detto, chissà dove siamo. Fuori dal finestrino, c’era la desolazione. Mi son detto, saremo a Piacenza. Infatti poi eravamo a Piacenza.

Mi piace parlar male dei posti. Che dopo viene la gente e mi dice che magari da fuori superficialmente quei posti son brutti ma poi se li conosci impari anche a apprezzarli e ci son anche delle specialità gastronomiche che se poi hai fortuna ti invitano anche a assaggiarle e siccome io stasera sono a Macerata dovrei parlar male di Macerata adesso, solo che non mi vien mica niente di brutto da dire di Macerata, salvo che ci son stato una notte quest’estate ho dormito nel posto più brutto della terra, un ostello dove erano anche tutti di cattivo umore non m’è piaciuto tanto. Poi mi pare così a occhio che come collegamenti ferroviari Macerata sia un po’ la Cuneo del centro-sud, cioè con dei collegamenti inesistenti, e che faccia anche un po’ più freddo che a Cuneo. Ma adesso non so, io sper Ecco, non sto scherzando, vedi che a volte basta pensarle le cose, mentre ero qua che provavo a parlar male di Macerata m’han subito telefonato per andare a mangiare. Bon direi che abbiamo raggiunto lo scopo.

Standard

13 thoughts on “Io pratico il giornalismo di viaggio e d’altronde ne ho ben donde

  1. Piacenza si trucca di desolazione, cosi’ la gente passa via col treno e i Piacentini son contenti che nessuno scende a rompergli le scatole. D’ogni tanto deraglia un pendolino. Macerata invece, lo sanno tutti che non esiste.

  2. Petruschov says:

    No, no, son sicuro: è Rovigo che non esiste. Lo sanno tutti qua: chiedi a chi vuoi. Non e-si-ste.

  3. Nonique says:

    E’ vero: Macerata non esiste ed io ne sono la prova vivente.
    Non sono mai nata e soprattutto non ho quel terribile accento che certi dicono ci sia a Macerata (E’ solo un modo per attirare l’attenzione).

    In ogni caso, per vendicarmi di cotanta superficialità, ieri mi sono gustata la presentazione di Mission to Marx alla facciazza vostra. A Bologna, dove ci sono fior fior di collegamenti ferroviari.

  4. ceci says:

    invece ci sono città che magari da fuori superficialmente sono brutte ma poi se le conosci scopri che sono orrende

  5. .G says:

    Io viaggio in macchina e Piacenza fa la stessa impressione anche vista dalla macchina, solo che viene un po’ più facile orientarsi perchè c’è il magazzino centrale dell’Ikea che si vede dall’autostrada. Poi torna la desolazione.

  6. Clunk says:

    E’ vero eh, Piacenza è desolazione pura…non è che se quardi meglio, le specialità gastronomiche e tutto il resto, è proprio triste. Lo so perchè ci abito.

  7. Anche io lo sapevo che Rovigo non esiste.
    Piacenza è una donna che vorrebbe essere diversa e non si piace. E’ Emilia e guarda a Milano.
    Macerata a lungo diventa molle.
    Però davvero Rovigo non esiste.

  8. Tania says:

    Non sapevo fossi a Macerata. Stavolta m’è sfuggito. Ma tanto è vero, Macerata non esiste, e anche io come Nonique non sono mai nata. Stavolta hai dormito meglio?

  9. E’ vero eh, Piacenza è desolazione pura…non è che se quardi meglio, le specialità gastronomiche e tutto il resto, è proprio triste. Lo so perchè ci abito.

Rispondi